Filastrocche e poesie a cosa servono?


Cari lettori,

oggi voglio parlarvi dell’importanza di insegnare filastrocche e poesie ai bambini. Ma a cosa servono?
Questa domanda, negli anni, mi è stata posta da amici e genitori, per questo voglio dedicare un pensiero su questo tema.

La Dott. Bianchi Bosisio afferma: “la filastrocca previene la dislessia proprio perché offre i concetti di ritmo e di intonazione che sono poi alla base della lettura e della scrittura”.

Filastrocche e poesie aiutano i bambini a sviluppare il linguaggio più facilmente e stimolano la memoria. Infatti, la ripetitività, il ritmo, l’espressività del tono e la musicalità hanno la capacità di favorire lo sviluppo cognitivo  già nelle prime settimane di vita.
Le filastrocche, in particolare, con la loro semplicità e sonorità, permettono ai bambini di memorizzare facilmente le parole, quindi ripeterle per impararne la pronuncia corretta e il significato.

Il segreto per rendere utili le filastrocche, specialmente quelle brevi, è inserirle nella routine del neonato/bambino durante l’arco della giornata, così da stimolare il piccolo ad associare le parole ed il significato ad un gesto o ad un momento della giornata.

Si possono recitare al mattino per il buongiorno, oppure prima del pranzo o del bagnetto. O ancora, per invogliare a lavare i denti o prima di dormire. Insomma, ogni momento può diventare divertente se accompagnato da una filastrocca. Con la ripetizione giornaliera queste restano impresse nella memoria dei piccoli e nella loro fantasia e creatività.

Non resta che divertirsi a cercare e “canticchiare” filastrocche e poesie sempre nuove, ma anche tradizionali e antiche, ai nostri piccoli!

Stella stellina,
la notte si avvicina,
la fiamma traballa,
la mucca è nella stalla,
la mucca e il vitello,
la pecora e l’agnello,
la chioccia con i pulcini,
la mamma coi bambini:
ognuno ha la sua mamma
e tutti fan la nanna.

Isabella,
mamma e insegnante/educatrice
Menta e Pistacchio

Leave a comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *