Cari lettori,
certamente tanti di voi avranno “onorato” l’antichissima tradizione di regalare le uova di Pasqua, in particolare ai bambini.
Anche io non ho resistito, ma l’ho fatto sempre a modo mio, ossia coniugando il simbolo con qualcosa di formativo/utile.
Le aziende che si occupano di confezionare le uova, il più delle volte, con le loro pubblicità “riempiono” gli occhi e la speranza di tanti piccoli bambini desiderosi di aprire l’uovo (a volte non considerare nemmeno la cioccolata!!!) esclusivamente per scoprire la sorpresa al suo interno! Restano sempre felici di ciò che trovano? No, non sempre.

Devo fare una premessa (assolutamente personale, perchè poi ognuno fa quel che reputa più giusto).
Perchè i bambini vogliono l’uovo di Pasqua? Perchè i bambini hanno tutte queste aspettative sulla sorpresa al suo interno? Perchè non vedono l’uovo come un semplice simbolo di cioccolata legato alla Pasqua? E tante altre domande ancora… Perchè?

E’ possibile che la risposta derivi semplicemente dal nostro comportamento di adulti?
Se ci pensiamo bene, il bambino nasce senza conoscere l’esistenza di uova e di sorprese. Siamo noi adulti a creare attorno a loro “l’atmosfera” di questa tradizione e Continue reading

Pasqua si avvicina e a scuola ci hanno proposto di realizzare uova di carta per decorare e abbellire tutti gli ambienti! Naturalmente abbiamo scelto un progetto facile per tutte e 5 le fasce d’eta, ossia dalla prima alla quinta elementare.

Abbiamo quindi deciso di realizzare delle uova in “3D”, lasciandole interamente decorare ai bambini.

Occorrente:
Carta bianca;
Colori a scelta;
filo di lana;
Colla;
Forbici;
FANTASIA!

Procedimento:
– Ritagliare 4 sagome bianche identiche.
– Colorare e decorare un solo lato per sagoma sagome.
– Piegare a metà le uova e incollarle tra di loro.

L’effetto finale è davvero incredibile! Nella sua semplicità di realizzazione, sono proprio belle! Continue reading

Oggi ho dedicato un pò del mio tempo libero alla ricerca di idee per i lavoretti di Pasqua, per le mie classi della scuola primaria e per quelle delle colleghe che mi chiedono sempre una mano (che do volentieri!!!).

Io, per le mie attuali quarte, ho scelto questo! Continue reading